Camminare a piedi nudi: il naturale benessere per il corpo e per la mente

Le scarpe ci proteggono? Sì, l’uomo le ha inventate per difendersi dal freddo, dal suolo malridotto, da oggetti che potrebbero ferire la pianta del piede. E nel nostro tempo, la cultura e la società in cui viviamo sottintendono l’uso delle scarpe. Eppure l’uomo è nato scalzo. E lo stesso uomo che secoli addietro ha inventato le calzature, oggi prova un senso di libertà e benessere quando toglie le scarpe che ha indossato per molte ore.

Le scarpe ci proteggono? Almeno quanto ci limitano. Vediamo perché!

Non è insolito avvertire una sensazione di benessere, libertà e freschezza quando togliamo le scarpe;

chiudono, costringono, accaldano i piedi, spesso sono scomode.

Ma la sensazione gradevole non è l’unico tornaconto.

Nel piede ci sono moltissime terminazioni nervose, che vengono sollecitate una volta scalzi, permettendoci di sentire anche con i piedi. La scarpa ci priva di una fetta di percezioni indispensabili per tenere attivo il nostro organismo, ma non solo: impedisce la pressione delle stesse terminazioni nervose presenti nella pianta del piede, che se vengono stimolate apportano benefici, essendo collegate ai diversi organi del corpo.

In più, camminare a piedi nudi coinvolge tutte le parti del piede, fortificando in particolare le caviglie e le dita. Il piede, nella sua condizione naturale, compie i movimenti corretti e ne giovano il nostro equilibrio e la nostra postura.

E non esageriamo se diciamo che ha un effetto decisivo sulla prevenzione della salute del corpo: essendoci un miglioramento della circolazione sanguigna, ci svincoliamo dal disturbo dato dal gonfiore degli arti inferiori. E ancora, la colonna vertebrale si ritrova nella sua posizione naturale, non condizionata dall’artificialità delle suole, scongiurando così il rischio di dolori alla schiena.


Anche la mente ne trae vantaggio: fare una passeggiata a piede libero aiuta a diminuire lo stress e ad allontanare gli stati emotivi negativi. In sana solitudine o con le persone giuste, immersi nella natura, si ritrova il contatto con sé stessi e con la Terra.

Generalmente (e soprattutto scalzi), i piedi sono il principale contatto con la Terra; riflettendo sul ‘qui e ora’, a piedi nudi sulla spiaggia o sul prato, percepiamo la sabbia, l’erba, le consistenze, le temperature. Si ripristina quel legame con la natura dalla quale ci separa la quotidianità, assorbiamo l’energia dalla terra, stiamo all’aria aperta.

L’ideale sarebbe far divenire tutto ciò una buona consuetudine, da inserire nella nostra routine settimanale, ma se viviamo in città è complesso trovare un luogo adatto. In questo caso, approfittiamone quando ci si presenta l’occasione. È un toccasana per il nostro benessere e per la nostra salute. E non dimentichiamo che abbiamo la possibilità di stare a piede nudo anche a casa nostra!

Ci sono però alcune avvertenze da non sottovalutare.

E’ opportuno cominciare con passeggiate brevi, per abituare il piede alla nuova situazione di cammino e per lasciare il tempo ai suoi muscoli di irrobustirsi.

Inoltre, ricordiamo che sul suolo ci sono materiali naturali o oggetti artificiali che si trovano per terra per incuranza dell’uomo, e che possono provocare ferite e infezioni.

Con queste accortezze ben presenti, possiamo trasformare questo gesto così semplice, in un modo per rigenerare il nostro corpo e la nostra mente, gratuitamente, naturalmente.





PARTNER

INFO

Yowalk è un dispositivo medico CE. 
E' detraibile dalle spese mediche nella dichiarazione dei redditi. Identificativo di registrazione: BD/RDM 1763389

CONTACT & SOCIAL

e-mail: info@yowalk.it  |  tel.: +39 349 358 9306

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icona
  • Grey YouTube Icon

© 2019 by Yowalk Italia | Ruiz Onil - P.Iva 05134860286

0